Menu

Avvio anticipato del contratto e rispetto dell'offerta tecnica

Avvio anticipato del contratto e rispetto dell'offerta tecnica

Il TAR Roma, con sentenza n. 9215 del 10 settembre 2010, si è pronunciato sull'obbligo del rispetto dell'offerta tecnica, anche in caso di avvio anticipato del contratto, in caso di urgenza. Nello specifico, in considerazione del fatto che l’anno scolastico era da tempo iniziato e che sussisteva un indifferibile interesse pubblico all’inizio delle prestazioni, l’Amministrazione Comunale aveva disposto l’avvio del servizio in via d’urgenza ai sensi dell’art. 32 comma 8 del d.lgs. n. 50/2016.

Dando inizio, sia pure in via anticipata rispetto alla stipula del contratto, al servizio, la ricorrente avrebbe dovuto, però, attenersi alle medesime previsioni della sua offerta tecnica, poiché, come stabilito dal disciplinare “le proposte contenute nelle dichiarazioni d’offerta sono vincolanti per l’offerente e, in caso di aggiudicazione dell’appalto,” entrano “a far parte delle prestazioni contrattuali obbligatorie …” cosicchè “la loro mancata attuazione” costituisce “comunque grave inadempimento”.

Non potrebbe, perciò, essere in alcun modo condivisa la tesi della ricorrente secondo la quale essa, pur essendo aggiudicataria dell’appalto e pure essendo stata incaricata dell’esecuzione d’urgenza, non sarebbe stata soggetta - in mancanza della formale sottoscrizione del documento contrattuale - all’obbligazione giuridicamente vincolante di porre in essere le prestazioni indicate nella sua offerta tecnica.

Come evidenziato, infatti, dalla giurisprudenza prevalente, “l'inizio della fase esecutiva dell'appalto … non presuppone necessariamente la sottoscrizione del contratto, essendo a tal fine sufficiente che, a seguito dell'aggiudicazione, le parti abbiano comunque iniziato l'esecuzione del rapporto” e, per effetto della consegna anticipata del servizio per ragioni di urgenza, che interviene nella fase tra aggiudicazione definitiva e stipulazione del contratto, “l’aggiudicataria è tenuta ad eseguire le prestazioni in offerta” (Cons. Stato, Sez. V, 11 gennaio 2018 n. 120).

Si allega la sentenza in esame.

Centro Studi – Grizzaffi Management srl - Ediliziappalti.com

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter 

Clicca subito qui  

Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui social 

Facebook e Twitter 

Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO