Menu

Sopralluogo in assenza di delega dell'impresa consorziata

Sopralluogo in assenza di delega dell'impresa consorziata

Il TAR Ancona, con sentenza n. 829 del 31 ottobre 2017, ha giudicato legittimo il sopralluogo effettuato in assenza di delega dell'impresa consorziata, nell'ambito di una gara di appalto. Nel caso di specie, la ricorrente impugnava l’esclusione dalla gara in questione per mancata produzione dell’attestazione di sopralluogo anche a firma della impresa consorziata, indicata come esecutrice dei lavori e per l’omesso svolgimento del sopralluogo da parte di quest’ultima.

A giudizio del Collegio, l'attestazione di avvenuto sopralluogo, prodotta in sede di gara dal Consorzio ricorrente, risultava sufficiente a garantire le finalità cui è preposto l’adempimento in questione propedeutico alla formulazione dell’offerta.
In tale documento si legge che il sopralluogo è stato eseguito da un tecnico dell'impresa ricorrente, il quale agiva su delega del legale rappresentante del citato Consorzio.

Inoltre, il sopralluogo era stato eseguito alla presenza di un tecnico della stazione appaltante, che ne ha attestato la regolarità, per cui se fossero emersi dubbi sull’identità del soggetto e sui relativi poteri di rappresentanza, si sarebbe potuto chiedere chiarimenti al momento, la cui mancanza non può poi andare a discapito dell’offerente, escludendolo addirittura dal beneficio del soccorso istruttorio.

In conclusione, al di là delle questioni meramente formali di carattere procedurale e documentale, la stazione appaltante avrebbe dovuto entrare nel merito ed escludere l’offerente solo se le concrete modalità di svolgimento del sopralluogo, imputabili esclusivamente ad esso, non fossero state ritenute sufficienti per assicurare lo scopo della norma, ossia formulare l’offerta avendo acquisito la piena cognizione dei luoghi al fine di evitare eventuali future contestazioni.

Si allega la sentenza in esame.

Centro Studi – Grizzaffi Mnagement srl

Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO