Menu

Offerte tecniche e punteggio

Offerte tecniche e punteggio

Il Consiglio di Stato, con sentenza n. 4438 del 22 settembre 2017, si è pronunciato su una censura, avente ad oggetto i punteggi attribuiti in sede di valutazione delle offerte tecniche, per difetto di motivazione. In realtà, i criteri di valutazione delle offerte tecniche in questione hanno infatti un grado di analiticità e chiarezza tali da non richiedere innanzitutto ulteriori specificazioni, attraverso la previsione di sub-criteri di valutazione, dei quali è peraltro pacifico il carattere facoltativo, ai sensi dell'art. 95, comma 8, d. lgs. 50/2016.

Nel caso di specie, in virtù dei criteri di valutazione, l’oggetto della valutazione delle offerte demandato alla commissione di gara non rimaneva indeterminato, per cui quest’ultima non poteva ritenersi obbligata ad integrare il punteggio numerico con una motivazione che giustificasse le ragioni sottostanti al punteggio attribuito. Inoltre, il disciplinare di gara enunciava criteri motivazionali generali in grado di rendere ex ante chiari i profili sui quali la valutazione tecnica si sarebbe svolta, ponendo i concorrenti nelle condizioni di offrire in piena consapevolezza soluzioni tecniche in grado di soddisfare le esigenze della stazione appaltante.

Pertanto, secondo il Consiglio, il punteggio numerico espresso sui singoli oggetti di valutazione equivale a sufficiente motivazione, quando la griglia delle voci e sottovoci predisposta dalla stazione appaltante, con i relativi punteggi, è sufficientemente chiara, analitica, articolata e tale quindi da circoscrivere in modo adeguato il giudizio della commissione giudicatrice nell’ambito di un minimo e di un massimo, così da rendere comprensibile l’iter logico seguito in concreto da quest’ultima nel valutare i singoli profili tecnici delle offerte.

Si allega la sentenza in esame.

Centro Studi- Ediliziappalti – Grizzaffi Management srl

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:

clicca subito qui
Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui sociali:

Facebook e Twitter

Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO