Menu

Omessa sottoscrizione e soccorso istruttorio

Omessa sottoscrizione e soccorso istruttorio

Il TAR Campania, con sentenza n. 1031 del 6 giugno 2017, si è pronunciato circa l'applicabilità del soccorso istruttorio in caso di omessa sottoscrizione di una manifestazione di interesse. Nel caso di specie, l’Amministrazione, non avendo attivato il procedimento fissato dall’art. 83 c. 9 D.lgs. 50/2016, ha privato la ricorrente della possibilità di optare per il pagamento della relativa sanzione e, conseguentemente, anche della possibilità di aggiudicarsi la gara.

La nuova disciplina sull'istituto del soccorso istruttorio ha il pregio di specificare, in maniera certa, cosa debba intendersi per irregolarità insanabili, definendole, appunto, come carenze concernenti l'offerta tecnica ed economica e, più genericamente, come carenze della documentazione che non consentono l'individuazione del contenuto o del soggetto autore della stessa.

Orbene, l’irregolarità ascritta - dalla stazione appaltante - alla controinteressata, e che ne ha determinato inizialmente l’esclusione dalla selezione pubblica, non può in nessun modo, ad avviso del Tribunale, farsi rientrare nel novero di quelle insanabili, ai sensi dell'art. 83, comma 9, cit., del D.Lgs. n. 50 del 2016, in quanto non solo il difetto di sottoscrizione non ha riguardato l’offerta di gara, ma concorrevano una serie di convergenti elementi attestanti la paternità della dichiarazione. 

Concludendo, l’esclusione dall’ampio perimetro della sanabilità non può essere dovuta al semplice difetto di sottoscrizione, ma è necessario che sussista la concreta impossibilità di individuare il soggetto responsabile della dichiarazione.

Consulta le nuove FAQ su tematiche frequenti

FAQ 1: Un soggetto che ha svolto l'attività di Rup non può essere membro della Commissione di gara

FAQ 2: In caso di mancanza dell'impegno a rilasciare la garanzia definitiva non subentra l'esclusione automatica

Centro Studi - Ediliziappalti – Grizzaffi Management srl

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:

clicca subito qui
Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui sociali:

 

Facebook e Twitter

 

Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO