Menu

Offerta non conveniente e obbligo di motivazione

È facoltà dell’Amministrazione riservarsi, con apposita clausola di bando, il potere di non aggiudicare la gara; tuttavia tale facoltà non può essere esercitata senza rispettare il generale obbligo di motivazione dei provvedimenti amministrativi, posto che l'attività amministrativa deve essere ragionevole pur qualificandosi in concreto come fortemente discrezionale. L'esercizio del potere amministrativo, nelle procedure di evidenza pubblica,…
Leggi tutto...

Lavori affidati in via d'urgenza e rimedi all'inadempimento

L’istituto della consegna d’urgenza dei lavori è attualmente disciplinato dall’art. 32, comma 8, del D.Lgs. n. 50/2016 e dall’art. 11, comma 6, del DPR n. 167/2006, il quale consente che, laddove l’esecuzione delle prestazioni relative ad un determinato appalto sia indifferibile, la stazione appaltante possa procedere alla consegna dei lavori nelle more della stipula del contratto.…
Leggi tutto...

Subappalto e violazione della quota subappaltabile

Il TAR Venezia, con sentenza n. 23 del 7 gennaio 2019, si è espresso sulle conseguenze in caso di violazione della quota massima subappaltabile, fissata nella percentuale del 30% dell'importo totale dell'appalto. Secondo la giurisprudenza espressasi sulla questione (cfr. C.d.S., Sez. IV, 12 giugno 2009, n. 3696; T.A.R. Lazio, Roma, Sez. II, 8 agosto 2017, n.…
Leggi tutto...

Omessa attivazione del soccorso istruttorio

Il Consiglio di Stato, nella recente sentenza n. 96 del 4 gennaio 2019, si è pronunciato circa la legittima dell'omessa attivazione, da parte dell'amministrazione, del soccorso istruttorio. Posto che il soccorso istruttorio previsto dall'art. 6, comma 1, lett. b), della l. 241/1990 non costituisce un obbligo assoluto e incondizionato per l'Amministrazione, con riferimento alle procedure comparative…
Leggi tutto...

Obbligo di dichiarazione di tutte le condanne penali

Il Consiglio di Stato, con sentenza n. 7025 del 12 dicembre 2018, si è espresso sulla portata dell'obbligo di dichiarazione delle condanne penali, che incombe in sede di partecipazione alle gare pubbliche. Secondo la giurisprudenza del Consiglio, dall’art. 38, comma 1, lett. c), e comma 2, si ricava che, quanto all'estinzione del reato (che consente di…
Leggi tutto...

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO