Menu

Spetta alla stazione appaltante la facoltà di non aggiudicare la gara

Spetta alla stazione appaltante, e non alla commissione giudicatrice, la facoltà di non aggiudicare la gara quando nessuna offerta sia ritenuta, a giudizio discrezionale dell’amministrazione, “conveniente o idonea”, purché tale facoltà sia indicata espressamente nel bando di gara o nella lettera d’invito. Inoltre, la valutazione della stazione appaltante si colloca in una fase della procedura di…
Leggi tutto...

Nelle società di capitali rileva la moralità dei soggetti che abbiano in concreto esercitato le funzioni elencate dall'art. 80, comma 3, d.lgs. n. 50 del 2016

Dall’impianto della norme del codice dei contratti pubblici sui requisiti di partecipazione alle relative procedure di affidamento, si deve ritenere che la causa di esclusione degli operatori economici per condanne penali incidenti sulla moralità professionale, nel caso di società di capitali, si indirizza ai componenti degli organi di quest’ultima che, al di là di un’investitura formale…
Leggi tutto...

In caso di servizi ad alta ripetitività la scelta del criterio del minor prezzo deve essere adeguatamente motivata

Come stabilito nell’ambito dell’art. 95, comma 4, tra i casi di possibile utilizzo del criterio del minor prezzo, v’è quello dei servizi ripetitivi; tuttavia, in questi casi, la scelta amministrativa di procedere all'aggiudicazione mediante il criterio del minor prezzo, deve essere adeguatamente motivata, pena l’obbligo (per la stessa amministrazione) di rinnovare l'intera procedura di gara. Centro…
Leggi tutto...

Legittima l'apertura delle offerte tecniche in seduta riservata nelle gare telematiche

L’utilizzo di gare interamente telematiche comporta la “tracciabilità” di tutte le operazioni modifica anche l’approccio e la soluzione di eventuali commissioni formali-procedimentali; conseguentemente, la correttezza e l’intangibilità risulta garantita dal sistema, con esclusione di ogni rischio di alterazione nello svolgimento delle operazioni, anche in assenza dei concorrenti. Ne deriva la legittimità dell'apertura delle offerte tecniche in…
Leggi tutto...

Le dichiarazioni mendaci sull'ausiliaria comportano esclusione dalla gara

Dal combinato disposto dell’art. 80, comma 5, lett. F-bis e dall’art. 89, comma 1, dello stesso corpus normativo, emerge dunque che la dichiarazione mendace presentata dall’operatore economico, anche con riguardo alla posizione dell’impresa ausiliaria, comporta l’esclusione dalla gara. Centro Studi – Grizzaffi Management srl - Ediliziappalti.com Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter Clicca subito qui Rimani sempre…
Leggi tutto...

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO