Menu

L'iscrizione all'albo dei gestori nazionali ambientali come requisito di esecuzione

Secondo quanto disposto dall'Anac, nel parere di precontenzioso 350/2017, è da considerare non un requisito di partecipazione, bensì un requisito di esecuzione; pertanto non può essere inserito tra le cause di esclusione dei concorrenti, ma deve essere invece richiesto all’aggiudicatario ai fini dell’esecuzione del contratto. Centro Studi- Ediliziappalti – Grizzaffi Management srl Iscriviti gratuitamente alla nostra…
Leggi tutto...

Integrazione documentale della cauzione provvisoria e sanzione pecuniaria

Posto che è ammesso il soccorso istruttorio per l'integrazione documentale della cauzione provvisoria, se l’impresa, pur dichiarando di voler aderire al soccorso istruttorio, di fatto non provveda all’integrazione, è legittima l’esclusione dalla gara ma non l’applicazione della relativa sanzione pecuniaria. Centro Studi- Ediliziappalti – Grizzaffi Management srl Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter: clicca subito qui Rimani…
Leggi tutto...

In caso di inadempimenti pregressi la prova ai fini dell'esclusione grava sulla stazione appaltante

In caso di inadempimenti pregressi, che hanno condotto alla risoluzione di un precedente contratto di affidamento, è la stazione appaltante ad essere gravata dell’onere di dimostrare l’inaffidabilità del concorrente e non quest’ultimo a dover dimostrare la propria affidabilità; tale dimostrazione deve avere ad oggetto non solo gli illeciti professionali commessi in passato, ma anche e soprattutto…
Leggi tutto...

In caso di lavori realizzati senza VIA, è possibile la sanatoria postuma

La Corte di Giustizia Europea, con la sentenza C-196/16, ha riconosciuto la possibilità di una sanatoria postuma, in caso di lavori relizzati in assenza della valutazione di impatto ambientale. Devono tuttavia sussitere due condizioni imprescindibili: non devono essere eluse le norme europee e devono essere tenuti in considerazione gli effetti già provocati sull’ambiente dall’intervento. Centro Studi- …
Leggi tutto...

La clausola equivoca è da considerare illegittima

Se nel bando di gara è riportata una clausola equivoca, la stessa è da considerare illegittima, qualora la stessa renda impossibile la formulazione di un'offerta consapevole. Questa l'opinione del TAR Napoli nella sentenza n. 3899 del 21 luglio 2017. Centro Studi- Ediliziappalti – Grizzaffi Management srl Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter: clicca subito qui Rimani sempre…
Leggi tutto...

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO