Menu

Funzione consultiva Anac: il Consiglio ha Approvato il nuovo Regolamento

Funzione consultiva Anac: il Consiglio ha Approvato il nuovo Regolamento

L’Autorità ha approvato  il 21 novembre 2018 il nuovo Regolamento della funzione consultiva svolta ai sensi della legge 6 novembre 2012, n. 190 e dei  relativi decreti attuativi nonché ai sensi del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

Questo nuovo Regolamento sostituisce il precedente del 20 luglio 2016 e persegue l’obiettivo principale di  ridefinire l’ambito entro il quale tale funzione è esercitata, le relative modalità e la tipologia di soggetti che possono presentare richiesta di  parere.

Il nuovo Regolamento entrerà in vigore quindici giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Modalità di presentazione della richiesta

La richiesta di parere è trasmessa all’Autorità unitamente alla documentazione ritenuta utile per inquadrare compiutamente la questione giuridica sottoposta. A tal fine è possibile utilizzare il modulo allegato al presente Regolamento.

La richiesta, sottoscritta dal legale rappresentante o dal RPCT dell’amministrazione/ente pubblico/ente di diritto privato di cui all’art. 3, co. 1, deve contenere la ricostruzione di tutti gli elementi di fatto e di diritto ritenuti rilevanti ai fini del rilascio del parere. 

Nella richiesta di parere i soggetti interessati segnalano i dati personali che a loro giudizio devono essere sottratti alla pubblicazione del parere, ai sensi dell’art. 8.

Istruttoria e adozione del parere 

L’Ufficio, con riferimento alle richieste di parere non archiviate ai sensi dell’art. 6, svolge l’istruttoria di norma entro il termine di 120 giorni dal ricevimento della richiesta da parte dell’Autorità.

L’Ufficio elabora una proposta di parere e la sottopone all’approvazione del Consiglio.

Il parere può essere reso in forma semplificata nei casi in cui la questione giuridica sottoposta è di agevole interpretazione per via di precedenti pronunce dell’Autorità e/o di indirizzi giurisprudenziali consolidati.

I pareri di cui ai commi 2 e 3, approvati dal Consiglio, sono comunicati alle parti interessate a cura dell’Ufficio. 

Il Consiglio, ovvero il Presidente in casi di urgenza e salva ratifica del Consiglio, può disporre la trattazione di richieste di parere che rientrino nelle ipotesi di cui all’art. 2.

In allegato il testo Regolamenti del 07 dicembre 2018

Fonte: Anac

Centro Studi – Grizzaffi Management srl - Ediliziappalti.com

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter 

Clicca subito qui  

Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui social 

Facebook e Twitter

 

Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO