Menu

Varianti migliorative e soccorso istruttorio

Varianti migliorative e soccorso istruttorio

L’art. 83, comma 9, del D.Lgs. n. 50/2016 ammette il soccorso istruttorio per sanare irregolarità, mancanze e incompletezze degli elementi di gara, con esclusione di quelle afferenti all’offerta economica e all’offerta tecnica, e - con specifico riguardo alle voci di nuovo prezzo - delle varianti progettuali migliorative.

Inoltre, ai sensi dell’art. 95, comma 14 del nuovo codice dei contratti pubblici, l’autorizzazione delle varianti migliorative da parte degli enti appaltanti deve contenere l’indicazione negli atti di gara dei requisiti minimi che le varianti stesse debbono rispettare, e che solo le varianti che rispondono a detti requisiti minimi possono essere prese in considerazione.

Occorre considerare che l’indicazione del costo di ciascuna variante contribuisce al giudizio di congruità dell’offerta. Pertanto, ammettere una valutazione postuma di congruità, con integrazione istruttoria dell’elemento di costo mancante, comporta il rischio di alterazione della parità tra i concorrenti, giacché l’impresa richiesta dell’integrazione potrebbe, fermo il ribasso complessivo offerto, modulare il prezzo di ciascuna variante proposta alla luce della conoscenza assunta, a buste aperte, dei costi delle varianti offerte dalle altre concorrenti.

Non è sufficiente, dunque, che gli oneri economici delle migliorie trovino compensazione nella complessiva offerta economica: per un adeguato giudizio di congruità dell’offerta di variante è necessario che il relativo costo sia contenuto tra i documenti di offerta prodotti in gara, al fine di garantire il rispetto del principio di parità tra i concorrenti, il quale sarebbe messo a rischio ove fosse consentita ad alcuno di essi l’integrazione postuma degli elementi di offerta mancanti o incompleti.

Questi i principi ribaditi dal TAR Latina, nella sentenza n. 368 del 2 luglio 2018, in allegato.

Centro Studi – Grizzaffi Management srl - Ediliziappalti.com

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:

clicca subito qui
Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui sociali:

Facebook e Twitter

Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO