Menu

Soccorso istruttorio oltre i termini

Soccorso istruttorio oltre i termini

Il Tar Catania, sezione I, nella sentenza n. 752/2018 si è pronunciato sull'integrazione della documentazione di gara, avvenuta oltre il termine concesso dalla stazione appaltante. La predetta pronuncia si è posta in contrasto rispetto all' orientamento dominante, secondo il quale il termine di dieci giorni del soccorso istruttorio integrativo sarebbe perentorio, e il mancato rispetto dello stesso comporterebbe l'esclusione.

La questione posta dal ricorrente ha imposto al Collegio un confronto con il proprio recente precedente, in cui aveva affermato che, una volta assegnato un termine per adempiere, non sarebbe più consentita una ulteriore dilazione, in quanto in caso contrario verrebbe violato il principio della par condicio tra concorrenti. Il giudice non ha disconosciuto il precedente ma ha evidenziato una sostanziale differenza con il caso in esame: la stazione appaltante risultava ampiamente garantita e la stessa carenza in esame (la cauzione provvisoria) non avrebbe comunque potuto determinare, di per sé, l' esclusione dalla gara.

A tal proposito, la giurisprudenza aveva già affermato che «la cauzione provvisoria non assume la configurazione di un requisito di ammissione alla gara, che deve essere già posseduto entro il termine di presentazione delle offerte, ma costituisce una garanzia di serietà dell' offerta e di liquidazione preventiva e forfettaria del danno, in caso di mancata sottoscrizione del contratto di appalto imputabile al concorrente a titolo di dolo o colpa e/o di esclusione dalla gara per l' assenza dei requisiti di amissione alla gara». 

Pertanto, nonostante l'aggiudicataria avesse integrato oltre il termine concesso dalla stazione appaltante, si era in presenza di una carenza meramente formale. Ben diverso sarebbe stato se la carenza avesse riguardato la cauzione definitiva.

Si allega la sentenza in esame.

Centro Studi – Grizzaffi Management srl

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:

clicca subito qui
Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui sociali:

Facebook e Twitter

Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO