Menu

Doppio sorteggio non previsto dall'avviso pubblico

Doppio sorteggio non previsto dall'avviso pubblico

Il TAR Venezia, nella sentenza n. 146 del 9 febbraio 2018, ha confermato la legittimità del doppio sorteggio, anche se non previsto nell'avviso pubblico. In particolare, nel caso di specie, la stazione appaltante, alla quale erano pervenute 54 manifestazioni di interesse, aveva dato corso al primo sorteggio in forma anonima; tuttavia, dato che nessuna delle n. 5 ditte sorteggiate ha poi presentato la propria offerta, la procedura negoziata è andata deserta. A quel punto, la stazione appaltante ha proceduto ad un secondo sorteggio e, delle cinque ditte sorteggiate, solo due hanno presentato la propria offerta, pervenendosi infine all’aggiudicazione.

La decisione di procedere ad un secondo sorteggio, dopo che il primo non aveva sortito alcun effetto, si è rivelata legittima, perché conforme al principio di economicità di cui all’art. 1, comma 1, della l. n. 241/1990, nonché al divieto di aggravio ingiustificato del procedimento, stabilito dal comma 2 del medesimo art. 1 della l. n. 241.

Quindi, non ha colto nel segno la censura della deducente, per la quale l’avviso pubblico, recante la lex specialis di gara, non avrebbe previsto un secondo sorteggio e, pertanto, l’avrebbe escluso. In realtà, l’art. 7 dell’avviso pubblico si limitava a precisare che, qualora fossero pervenute più di cinque candidature idonee, si sarebbe proceduto, per l’individuazione dei soggetti da invitare alla presentazione dell’offerta, al “sorteggio casuale” in forma pubblica ed anonima; l’art. 7 non indicava, però, in alcun modo se si sarebbe proceduto ad un solo sorteggio, o a più sorteggi fino al positivo esito degli stessi (e cioè fino alla presentazione di un’offerta da parte di almeno una delle ditte sorteggiate).

In sintesi, i già citati principi di economicità e di divieto di aggravio ingiustificato del procedimento legittimano lo svolgimento, da parte della stazione appaltante, di un secondo sorteggio, in luogo della ripetizione della gara.

Si allega la sentenza in esame.

Centro Studi – Grizzaffi Management srl

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:

clicca subito qui
Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui sociali:

Facebook e Twitter

Ultima modifica ilLunedì, 12 Marzo 2018 15:36
Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO