Menu

Revoca avviso di manifestazione di interesse

Revoca avviso di manifestazione di interesse

La revoca dell'avviso di manifestazione di interesse non vincolerebbe la stazione appaltante. Questo il principio enunciato dal TAR Bari nella sentenza 1134 del 9 novembre 2017. Nel caso di specie, in tale preavviso testualmente si legge “la manifestazione di interesse, ad ogni modo, non vincola la stazione appaltante a dare seguito alla successiva procedura concorsuale nonché all’assegnazione del relitto in concessione”.

Su tale presupposto, contrariamente a quanto argomentato in ricorso, non si è dunque formato alcun legittimo affidamento tutelabile in capo alla società ricorrente, né si è determinato alcun autovincolo a carico dell’Amministrazione resistente volto alla conclusione del procedimento in esame nel senso auspicato in atti.

Al contrario, l’Amministrazione si era sul punto espressamente riservata la facoltà di non procedere all’assegnazione del fondo in questione, ove ritenuto meramente opportuno e sulla base di logiche di stretta convenienza privatistica. Da tanto consegue de plano la manifesta infondatezza del ricorso.

Si allega la sentenza in esame.

Consulta le nuove faq in materia di appalti pubblici

FAQ 1: No esclusione automatica in caso di inadeguatezza della verifica di anomalia

FAQ 2: Annullamento dell'affidamento non comporta risarcimento del danno

Centro Studi - Ediliziappalti – Grizzaffi Management srl

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:

clicca subito qui
Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui sociali:

Facebook e Twitter

 

Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO