Menu

Avvalimento di garanzia

Avvalimento di garanzia

Il TAR Venezia, con la recente sentenza n. 141, si è pronunciato sui requisiti di  determinatezza del cd. Avvalimento di garanzia.

Nel caso di specie, la ricorrente lamentava l’eccessiva genericità ed indeterminatezza dell’oggetto del contratto di avvalimento utilizzato dall’aggiudicataria, nel quale non erano specificati i mezzi e le risorse messi a disposizione dell’impresa ausiliata, ma soltanto il generico impegno dell’ausiliaria di mettere a disposizione dell’ausiliata le risorse necessarie di cui questa è carente.

Il Collegio, rifacendosi all'indirizzo giurisprudenziale prevalente, ha ribadito il seguente principio: quando nelle gare pubbliche l’impresa ausiliaria mette a disposizione dell’ausiliata il suo valore aggiunto in termini di solidità finanziaria e di acclarata esperienza di settore (“avvalimento di garanzia”), non è necessario che la dichiarazione negoziale costitutiva dell’impegno contrattuale si riferisca a specifici beni patrimoniali e, dunque, alla messa a disposizione di beni da descrivere ed individuare con precisione.

Pertanto, è sufficiente che dalla dichiarazione emerga l’impegno contrattuale dell’ausiliaria a prestare ed a mettere a disposizione dell’ausiliata la sua complessiva solidità finanziaria ed il patrimonio esperenziale, così garantendo una determinata affidabilità e un concreto supplemento di responsabilità.

TAR Venezia sent. n. 141 del 8.02.17

In allegato la sentenza di cui in oggetto

Centro Studi- Ediliziappalti.com – Grizzaffi Management srl

Riproduzione Riservata

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:
clicca subito qui
Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui sociali:

 Facebook e Twitter

 

Ultima modifica ilGiovedì, 23 Febbraio 2017 08:13
Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO