Menu

La corretta interpretazione della clausola sociale

Sia secondo la costante giurisprudenza della Corte di Giustizia, sia secondo la giurisprudenza amministrativa di gran lunga maggioritaria, l’apposizione di una clausola sociale agli atti di una pubblica gara ai sensi della disposizione del Codice dei contratti pubblici (art. 50) applicabile pro tempore, è costituzionalmente e comunitariamente legittima solo se non comporta un indiscriminato e generalizzato…
Leggi tutto...

Corrispondenza tra quote di partecipazione e quote di esecuzione

Il TAR Torino, con sentenza n. 704 del 4 giugno 2018, si è espresso sul tema della corrispondenza tra quote di esecuzione e quote di partecipazione, nell'ambito di un raggruppamento temporaneo. L’obbligo imposto alle imprese raggruppate dall’articolo 48, comma 4, di indicare le parti del servizio che saranno eseguite da ciascuna di esse non comporta la…
Leggi tutto...

Integrazione postuma dell'offerta tecnica

Il TAR Catania, con sentenza n. 1137 del 4 giugno 2018, si è pronunciato sulla legittimità dell'integrazione postuma dell'offerta tecnica. L’art. 83, comma 9, del d.lgs. n. 50/2016 esclude dal soccorso istruttorio la carenza di elementi dell’offerta tecnica e dell’offerta economica. Ciò potrebbe indurre a ritenere non applicabile la procedura di soccorso istruttorio a una dichiarazione…
Leggi tutto...

Impugnabilità delle clausole immediatamente lesive e non

Il TAR Venezia, con sentenza n. 585 del 28 maggio 2018, si è espresso sull'impugnabilità delle clausole immediatamente lesive. Secondo l’orientamento giurisprudenziale prevalente, seguito anche dal citato TAR, nelle gare d’appalto sono clausole della lex specialis immediatamente lesive e, pertanto, immediatamente impugnabili, senza attendere la loro concreta applicazione da parte della stazione appaltante: - le clausole…
Leggi tutto...

La doverosità del soccorso istruttorio

L’esercizio del dovere di soccorso istruttorio trova un limite estrinseco nel rispetto del principio della par condicio. Tuttavia, tale orientamento deve essere rimeditato alla luce delle norme che si sono succedute a partire dall’art. 38, comma 2-bis, del d.lgs. 163 del 2006, nella versione introdotta dall'articolo 39, comma 1, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90,…
Leggi tutto...

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO