Menu

Astaldi, firmato il contratto per la realizzazione del telescopio più grande del mondo

Astaldi, firmato il contratto per la realizzazione del telescopio più grande del mondo

Valore complessivo del contratto pari a 400 milioni di euro.
Si è svolta a Monaco di Baviera la cerimonia di firma del contratto per la progettazione e realizzazione del Dome e della Main Structure dell’E-ELT (European Extremely Large Telescope) di Cerro Armazones, in Cile. A febbraio scorso, il Consorzio ACe, costituito da Astaldi (60%,capogruppo) e Cimolai (40%), con EIE Group, era risultato winning bidder nel processo di aggiudicazione avviato dall’ESO (European Southern Observatory) e il contratto firmato  costituisce lo step conclusivo necessario per l’avvio della fase di realizzazione.
Si tratta di un nuovo importante successo per il Gruppo Astaldi che si posiziona tra i primi 100 Contractor a livello mondiale e tra i primi 25 in Europa, con una consolidata leadership in Italia e all’estero. Il nuovo contratto consolida, inoltre, la presenza di Astaldi in Cile, dove il Gruppo opera da circa 10 anni nei comparti delle Infrastrutture di trasporto, degli Impianti di produzione energetica e minerari, dell’Edilizia sanitaria. Nel Paese, Astaldi ha inoltre realizzato e attualmente gestisce un impianto idroelettrico (Chacayes, 111MW) e un impianto minerario per il recupero di metalli da fanghi di risulta (Relaves); gestisce e sta ammodernando il più grande aeroporto del Cile (Arturo Merino Benitez di Santiago, 15.000.000 passeggeri/anno); sta realizzando e gestirà un presidio sanitario di rilievo nazionale (Ospedale Metropolitano Occidente di Santiago, 599 posti letto). È inoltre impegnato per CODELCO nell’esecuzione dei lavori per l’espansione in sotterranea di Chuquicamata, la più grande miniera a cielo aperto oggi esistente al mondo.

Fonte:  Astaldi

Ultima modifica ilMercoledì, 08 Giugno 2016 17:15
Torna in alto

SEZIONI

NOTIZIE

CHI SIAMO