Menu
Redazione

Redazione

URL del sito web:

Il Decreto Sblocca Cantieri diventa legge: nuove procedure di aggiudicazione

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.140 del 17-06-20, la Legge del 14 giugno 2019, n. 55, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, recante disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici.

In particolare sono state modificate sia rispetto alla previgente normativa, sia rispetto alla prima versione del Decreto legge le soglie di affidamento per lavori, servizi e forniture.

Procedure di affidamento

Per affidamenti di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro per i lavori, o alle soglie di cui all'articolo 35 per le forniture e i servizi, mediante affidamento diretto previa valutazione di tre preventivi, ove esistenti, per i lavori, e, per i servizi e le forniture, di almeno cinque operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti.

Per affidamenti di lavori di importo pari o superiore a 150.000 euro e inferiore a 350.000 euro, mediante la procedura negoziata di cui all'articolo 63 previa consultazione, ove esistenti, di almeno dieci operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti, individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici.

Per affidamenti di lavori di importo pari o superiore a 350.000 euro e inferiore a 1.000.000 di euro, mediante la procedura negoziata di cui all'articolo 63 previa consultazione, ove esistenti, di almeno quindici operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti, individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici.L'avviso sui risultati della procedura di affidamento contiene l'indicazione anche dei soggetti invitati.

Per affidamenti di lavori di importo pari o superiore a 1.000.000 di euro e fino alle soglie di cui all'articolo 35, mediante ricorso alle procedure di cui all'articolo 60.

Criteri di aggiudicazione

Il criterio principale per l'aggiudicazione sarà quello del prezzo più basso, a meno di casi particolari in cui si applicherà quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa.

Subappalto

Il subappalto deve essere indicato dalle stazioni appaltanti nel bando di gara e non puo' superare la quota del 40 per cento dell'importo complessivo del contratto di lavori, servizi o forniture.

Requisiti SOA

Per quanto riguarda la dimostrazione dei requisiti SOA il periodo di riferimento non sarà più l'ultimo decennio ma gli ultimi quindici anni.

Anticipazione del prezzo

L'anticipazione del prezzo del 20% sarà riferito non solo ai lavori, ma anche a tutte le procedure inerenti le progettazioni, le forniture e i servizi.

Lavori di manutenzione ordinaria

Potranno essere portati in gara anche mediante la redazione di un progetto definitivo

 

Redazione – Grizzaffi Management srl - Ediliziappalti.com

 

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter 

Clicca subito qui 

Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui social 

Facebook e Twitter

Raggruppamento: firma offerta e soccorso istruttorio

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio con sentenza n. 7470 del 07 giugno 2019 ha chiarito che l’omissione della firma dei partecipanti alla gara in un RTP costituendo su un elemento dell’offerta tecnica, proprio in quanto incidente sulla certezza della provenienza e della piena assunzione di responsabilità in ordine ai contenuti della dichiarazione nel suo complesso non possa essere considerata mera irregolarità formale sanabile con il soccorso istruttorio ai sensi dell’art. 83 comma 9 del d.lgs. n. 50/2016 (cfr. TAR Lazio, Roma, Sez. III, 9.11.2016 n. 11092) Il paragrafo 11 del disciplinare per cui “qualora il Concorrente sia un Raggruppamento temporaneo non ancora costituito di cui all’art. 46 comma 1 lett. e) del Codice, la documentazione e le relazioni elencate ai punti a) e b) che precedono, costituenti l’offerta tecnica, devono essere sottoscritte a pena di esclusione da tutti i soggetti che costituiscono il Concorrente ovvero dal loro legale rappresentante o da persona munita di idonei poteri di ciascun componente i medesimi soggetti giuridici” sia semplice applicazione di quanto previsto dall’art. 48 comma 8 del d.lgs. n. 50/2016 per cui “è consentita la presentazione di offerte da parte dei soggetti di cui all’art. 45 comma 2 lett. d) ed e) anche se non ancora costituiti.

In tal caso l’offerta deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno i raggruppamenti temporanei o i consorzi ordinari di concorrenti e contenere l’impegno che, in caso di aggiudicazione della gara gli stessi operatori conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, da indicare in sede di offerta e qualificato come mandatario, il quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e dei mandanti”.

La predetta disposizione del disciplinare, concernente come anticipato la necessità della sottoscrizione di tutti gli elementi dell’offerta da parte di tutti i componenti del costituendo RTP non vada a ledere in alcun modo la facoltà per i concorrenti di far ricorso all’avvalimento, essendo le schede grafiche costituenti l’elemento B1 (firmato esclusivamente dall’ausiliario e privo delle sottoscrizioni dei componenti del costituendo RTP) parte integrante dell’offerta tecnica e non una mera dichiarazione attestante il possesso dei requisiti tecnici da parte dell’impresa ausiliaria (come potrebbe sembrare dal tenore del ricorso);

Per i suddetti motivi e per la ricordata natura di parte integrante dell’offerta tecnica dell’elemento B1, la mancanza della sottoscrizione di tutti i componenti del costituendo RTP su tale parte dell’offerta abbia correttamente condotto l’Amministrazione ad escludere i ricorrenti dalla procedura poiché “in caso di offerta presentata da un raggruppamento temporaneo non ancora costituito… la sottoscrizione dell’offerta di gara si configura come lo strumento mediante il quale l’autore fa propria la dichiarazione contenuta nel documento (e) serve a rendere nota la paternità e a vincolare l’autore della dichiarazione in esso contenuta.

Essa assolve la funzione di assicurare provenienza, serietà, affidabilità e insostituibilità dell’offerta e costituisce elemento essenziale per la sua ammissibilità sia sotto il profilo formale che sotto quello sostanziale, potendosi solo ad essa riconnettere gli effetti dell’offerta come dichiarazione di volontà volta alla costituzione di un rapporto giuridico. La sua mancanza inficia quindi la validità e la ricevibilità della manifestazione di volontà contenuta, senza (addirittura) che sia necessaria ai fini dell’esclusione una espressa previsione della legge di gara” (cfr. TAR Lombardia, Brescia, 8.08.2013 n.717; Cons. St. Sez. V, 15.06.2015 n. 2954).

La determinazione dell’Amministrazione di non procedere al soccorso istruttorio e di escludere il RTP la cui offerta tecnica mancava delle sottoscrizioni dei vari componenti del raggruppamento costituendo sia anche coerente con il principio di par condicio tra i concorrenti.

Centro Studi – Grizzaffi Management srl - Ediliziappalti.com

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter 

Clicca subito qui  

Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui social 

Facebook e Twitter

City Brand&Tourism Landscape in programma il 19 e 20 giugno alla Triennale di Milano

  • Pubblicato in Eventi

Sono oltre quaranta i relatori che prenderanno parte alla quinta edizione del simposio internazionale e premio “City_Brand&Tourism Landscape” in programma il 19 e 20 giugno alla Triennale di Milano.

Il simposio - organizzato da PAYSAGE Promozione e Sviluppo per l’Architettura del Paesaggio e dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori con il patrocinio della Triennale di Milano - è articolato in cinque sezioni (City Landscape, Brand&Landscape, City Play&Sport Landscape, Tourism Landscape e Paesaggio in Luce) che hanno l’intento di approfondire tutte le componenti del progetto del paesaggio. Come tradizione al termine del Simposio la premiazione dei vincitori del premio internazionale “City_Brand&Tourism Landscape Award”.

A chiusura dei lavori, la presentazione del premio Fondazione Libero Bizzarri dedicato al “Documentario” che quest’anno si pone l’obiettivo di declinare, attraverso il docu-film, nuove pratiche sportive con il tema: “Oltre il calcio - le realtà degli altri sport”.

 

Redazione – Grizzaffi Management srl - Ediliziappalti.com

 

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter 

Clicca subito qui 

Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui social 

Facebook e Twitter

Salini Impregilo racconta il Progetto Italia

  • Pubblicato in Imprese

Intervistato dal Corriere della Sera, Pietro Salini racconta la visione strategica sottostante il Progetto Italia, il piano industriale volto a dar vita a un gigante nazionale che possa supportare la ripresa del settore in Italia ed essere più competitivo sui mercati internazionali. 

Per dare corpo a questa realtà, che creerà valore non solo per il Gruppo, ma anche per il paese, Salini Impregilo è disposta a rinunciare al proprio naming e a sposarne uno condiviso con tutti gli attori che credono in questa visione, sia imprenditoriali che istituzionali.

Progetto Italia è una operazione industriale di sistema e di lungo periodo che mira a riunire sotto un'unica realtà i maggiori player italiani del settore delle infrastrutture per garantire la ripresa in Italia, e con essa l’occupazione di 70.000 persone nel breve termine in italia, creando 400.000 posti di lavoro nei prossimi anni, spingendo il paese a riattivare cantieri da 36 miliardi di euro attualmente bloccati su 14 regioni e contribuire al PIL italiano con un’ulteriore spinta stimata intorno al 0,3%.

Il nuovo player, grazie alla messa in comune di specializzazioni verticali di settore, potra essere piu competitivo sui mercati internazionali, raggiungendo dimensioni allineate ai competitor e tali da poter cogliere le migliori opportunità sui mercati globali. Il nuovo soggetto industriale mira infatti a raggiungere un portafoglio ordini di oltre € 60 miliardi di euro e circa € 12-14 miliardi di fatturato.

 

Redazione – Grizzaffi Management srl - Ediliziappalti.com

 

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter 

Clicca subito qui 

Rimani sempre aggiornato sulle notizie del nostro portale, seguici sui social 

Facebook e Twitter

Sottoscrivi questo feed RSS

SEZIONI

CHI SIAMO